Bahnstadt

Soluzione di illuminazione ecocompatibile per uno sviluppo urbano sostenibile

Gli abitanti di Heidelberg sono sempre stati all’avanguardia: nel 1386 fondarono la prima università della Germania. Da allora, la pittoresca città di 160.000 abitanti sulle rive del fiume Neckar ha continuato ad essere un centro di nuove idee; l'università ha prodotto 33 premi Nobel e Heidelberg fa parte di una rete globale di città intelligenti.

Quando la città di Heidelberg ha rigenerato un'area di trasporto abbandonata in un campus high tech chiamato Bahnstadt, ha creato uno dei più grandi progetti di sviluppo urbano in Europa basato interamente su standard abitativi passivi sostenibili.

Questo nuovo sviluppo, distribuito su 166 ettari di terreno, ha creato un vivace quartiere con condizioni di vita ottimali grazie agli alloggi, uffici, laboratori e negozi, nonché un asilo nido e strutture culturali. È stato anche progettato per fornire ampi spazi aperti e aree giochi per il divertimento della comunità.

Con la sostenibilità al centro di questo progetto, Schréder ha aiutato la Stadtwerke Heidelberg a sviluppare una soluzione di illuminazione personalizzata ad alta efficienza energetica, che ha assicurato che Bahnstadt fosse sicura e accogliente, anche per la fauna locale.

Max Jareckie Strasse
Heidelberg
Germania

Cliente

Stadtwerke Heidelberg
166
ettari
1,000
illuminazioni pubbliche Teceo
75%
risparmi energetici

L'intero distretto è illuminato da circa 1.000 apparecchi a LED Teceo per garantire sicurezza, visibilità e comfort. L'illuminazione è stata adattata ai diversi usi degli spazi pubblici, ad esempio, i LED bianco caldo illuminano le aree pedonali mentre i LED bianco neutro illuminano le strade. L'obiettivo era evitare le ombre e garantire una sensazione di benessere per i residenti locali e per i visitatori della zona.

Tutti gli apparecchi sono controllati dal sistema Owlet Nightshift. Il flusso varia su diversi livelli durante la notte per ridurre al minimo il consumo di energia, garantendo al tempo stesso un ambiente sicuro. Senza dover inviare un tecnico sul posto, Rainer Herb, responsabile dell'illuminazione presso la Stadtwerke di Heidelberg, può vedere quali impianti di illuminazione funzionano, quando si accendono e si spengono, la loro intensità e il consumo di energia insieme a una ricchezza di altre informazioni utili.

Schréder è venuta da noi, abbiamo parlato con loro, abbiamo davvero imparato l'uno dall'altro e hanno contribuito a trasformare la nostra idea in realtà. Avevamo visto alcune soluzioni di illuminazione intelligenti e volevamo avere le tecnologie più innovative, con l'illuminazione adattata su richiesta a diverse aree.

Rainer Herb - Responsible for lighting at Stadtwerke Heidelberg
Rainer Herb
Responsabile dell'illuminazione presso la Stadtwerke di Heidelberg

Questo includeva la zona ecologica, sede di lucertole e farfalle, che necessitano di protezione dalla luce artificiale per non interrompere i loro ritmi circadiani.

La parte principale è la pista ciclabile di 3,5 km, dotata di sensori a infrarossi collegati a 130 apparecchi LED Piano regolabili. Ciò significa che possono essere dimmerati quando i ciclisti non utilizzano il percorso, garantendo un ambiente buio per la fauna selvatica e risparmi energetici per la città. Quando poi la bicicletta si avvicina, l'illuminazione aumenta di intensità.

È una sensazione davvero fantastica, sembra che tu sia una celebrità.

Matthias Schütte Key Account Manager - Schréder Germany
Matthias Schütte
Key Account Manager - Schréder Germania

Questa illuminazione è stata un tale successo che gli abitanti del vicino quartiere, hanno chiesto la stessa soluzione sulla pista ciclabile Pfaffengrund che collega l'area a Bahnstadt. Sono stati installati cento apparecchi Axia 2 controllati dal sistema Owlet IoT. La città installerà sensori nel prossimo futuro per acquisire dati per migliorare i servizi per i cittadini.

Poichè non ci sono dati di confronto per Bahnstadt in quanto è un nuovo sviluppo, la città stima di aver generato risparmi di energia e CO2 di circa il 75%.

Il passaggio dall'illuminazione convenzionale al LED ci ha permesso di risparmiare il 60% e poi la dimmerazione dei LED ne ha risparmiato un altro 30%. Quindi, nel complesso, pensiamo di avere il 70 - 80% di "risparmio energetico". La città mira a diventare a bassissimo impatto ambientale entro il 2050

Rainer Herb - Responsible for lighting at Stadtwerke Heidelberg
Rainer Herb
Responsible for lighting at Stadtwerke Heidelberg