Risparmiare tempo, risparmiare luce, salvare vite? Le Smart Cities e il dibattito sul cambio dell’ora

István Laskai - Business Segment Manager Road - Schréder
István Laskai
Road Business Segment Manager

Mentre l’autunno avanza, le notti si allungano e l’interesse si sposta su Halloween, Capodanno e altro, gran parte del mondo si impegna in un dibattito annuale sull'ora legale (DST). Nel 2021 gli orologi "ritornano indietro" di un'ora il 31 ottobre nella maggior parte dell'Europa, il 7 novembre negli Stati Uniti, mentre Russia e Cina hanno abolito l'ora legale anni fa.

Spostare gli orologi avanti di un'ora in primavera e indietro di un'ora in autunno è tutt'altro che universalmente popolare. Proposto nel XIX secolo da luminari tra cui Benjamin Franklin e il trisnonno del cantante dei Coldplay (no, davvero!), è stato un modo per prolungare la giornata lavorativa di molte persone, soprattutto di chi lavora all'aperto.

Ora, ci sono appelli per abolirlo: secondo una ricerca della Fondazione RAC del Regno Unito, nelle due settimane successive al cambio dell'ora di ottobre, c'è un marcato aumento degli incidenti stradali. La Royal Society for the Prevention of Accidents afferma che oltre alle preoccupazioni sulla sicurezza stradale, il cambiamento dovrebbe essere scartato a causa del suo impatto sulle attività commerciali legate alla ristorazione e al tempo libero, sull'industria del turismo in generale e sulla salute mentale e il benessere delle persone.

Il dibattito è arrivato persino al Parlamento europeo, che ha votato per abolire il cambio dell'orologio due volte l'anno nel 2018 prima che queste proposte venissero messe in secondo piano dalla pandemia e dalla Brexit. In Schréder, non abbiamo un punto di vista positivo o negativo sul dibattito sull'ora legale: vogliamo solo aiutare i nostri clienti ad avere strade più sicure, per tutti, tutto l'anno.
 

Dalla programmazione degli orari ai sensori

La maggior parte dei sistemi di illuminazione stradale nell'emisfero settentrionale sono attualmente controllati da calendari stabiliti dalle autorità nazionali, che cambiano due volte l'anno per far fronte a notti più lunghe in inverno e giornate più lunghe in estate. Impostati centralmente, questi calendari faticano a tenere conto delle differenze regionali (ad esempio, in inverno Londra riceve più luce diurna rispetto alle Highlands scozzesi, sebbene si trovino entrambi nello stesso fuso orario), i cambiamenti del tempo e le differenze di traffico.

I dati Eurostat mostrano che la mattina e la sera sono un momento particolarmente pericoloso per le vittime della strada, probabilmente dovuto al pendolarismo. Ci sono fino al doppio di pedoni uccisi sulla strada durante i mesi invernali che tra marzo e giugno, e la maggior parte vengono uccisi sulle strade urbane. Le condizioni di scarsa illuminazione rendono i pedoni meno visibili agli altri utenti della strada, causando incidenti pedonali più frequenti e gravi.

Durante la settimana lavorativa, si osserva un picco mattutino e serale più forte rispetto a tutte le vittime della strada messe insieme.

Osservatorio europeo della sicurezza stradale

Una città davvero intelligente cambierà tutto questo, con sensori che attivano l'illuminazione stradale quando fa buio, indipendentemente dall'ora. I sensori di luce diurna possono garantire che l'illuminazione si accenda nel posto giusto, al momento giusto, minuti prima o dopo ogni giorno, se necessario, invece di fare affidamento su due grandi cambiamenti ogni anno. Ciò significa anche che può accendersi quando il cielo è scuro a causa di condizioni meteorologiche avverse.
 

Aggiorna l'illuminazione quattro volte in un’ora, non due volte all'anno

Il Bois de la Cambre di Bruxelles è un banco di prova ideale per un'illuminazione innovativa. Questo grande parco urbano a sud di Bruxelles è una delle principali arterie della città per automobili, autobus, ciclisti e pedoni. Nella primavera del 2021 abbiamo fatto un esperimento con Sibelga, che gestisce le strutture della città. L'emissione luminosa dei 72 apparecchi a LED che fiancheggiano la strada è stata regolata sulla base di dati in tempo reale anziché di un programma predefinito.

Bois de la Cambre - Bruxelles - CITEA dimming 50%

Sono stati raccolti tre tipi di dati: meteo, traffico e posizione degli attraversamenti pedonali, utilizzati per calcolare i livelli di illuminazione ottimali di ciascun punto luce. Se necessario, l'illuminazione veniva adattata ogni 15 minuti per riflettere le condizioni in tempo reale. È stato automaticamente ridotto quando la densità del traffico era bassa e le condizioni meteorologiche erano buone. Se pioveva o se c'era vento forte (che potrebbe portare rami sulla strada), il livello di illuminazione non è diminuito. Gli attraversamenti pedonali sono rimasti al 100% per tutto il tempo e il risparmio energetico è stato impressionante.

L'infrastruttura della Smart City, che mette il cliente al comando con sistemi realmente interoperabili, permette di osservare il cielo, non l'orologio. Schréder ha una vasta gamma di soluzioni di illuminazione urbana e autostradale che possono essere abbinate ai nostri sistemi di gestione o esterni per creare soluzioni davvero intelligenti per le strade ovunque.


La luce giusta, tutto l'anno

Nella splendida regione portoghese dell'Algarve, Portimão è una città che accoglie centinaia di migliaia di visitatori durante la stagione turistica. Le sue strade sono estremamente trafficate durante l'estate, mentre più tranquille in inverno. Per garantire la sicurezza e il benessere di cittadini e visitatori, la città ha investito per rendere più sicuri i propri attraversamenti stradali.

Smart lighting system has enabled the city of Portimao to improve safety on its roads during the hours of darkness

Hanno scelto un sistema di illuminazione NEOS, che integra lenti per garantire che gli attraversamenti pedonali della città siano distinguibili e possano essere chiaramente visti da lontano, i pedoni siano altamente visibili e l'abbagliamento ridotto al minimo per i conducenti. Fornisce i livelli verticali necessari per garantire un netto contrasto con l'illuminazione vicina e i livelli orizzontali per l'uniformità sulla strada.

Una delle gioie di visitare Portimão è prendersi del tempo per rilassarsi e non guardare l'orologio. Le città intelligenti, con sensori per controllare l'illuminazione stradale, possono garantire che anche la loro illuminazione faccia lo stesso. Indipendentemente dal fatto che il tuo paese abbia o meno l'ora legale, ha senso pensare a come le strade possono essere illuminate in sicurezza ogni giorno dell'anno, cosa che Schréder fa da oltre un secolo.
 

Informazioni sullo scrittore
I 25 anni di carriera di István nell'illuminazione abbracciano vendite, marketing, sviluppo di prodotti e formazione sull'illuminazione. Con la sua passione per la comprensione delle esigenze dei clienti, ha acquisito una profonda e vasta esperienza nell'illuminazione stradale e urbana in tutta Europa. È entrato in Schréder nel 2016 e ora guida lo sviluppo del prodotto nell'illuminazione stradale con una tecnologia all'avanguardia per anticipare e affrontare le sfide dei nostri clienti.

Connettiti con István su LinkedIn